Home / ATTIVITA' PARLAMENTARE / QUESTIONI LOCALI / Bonifica amianto: Disponibili ad incontrare gli enti per valutare la soluzione più efficiente
Bonifica amianto: Disponibili ad incontrare gli enti per valutare la soluzione più efficiente

Bonifica amianto: Disponibili ad incontrare gli enti per valutare la soluzione più efficiente

Non posso che apprendere positivamente la notizia che dal 2017 il comune di Bergamo, in collaborazione con Arpa, Ats e Regione Lombardia, abbia deciso di intraprendere una campagna di bonifica senza precedenti nei confronti delle coperture delle abitazioni in amianto. Stando a quanto apprendo, droni sorvoleranno il cielo a caccia dell’amianto presente sopra i tetti delle case.

17da9db2c32bee2978e95973aa5ded92Premesso che la ricerca, e quindi la bonifica, dei tetti in amianto sia da considerarsi come una priorità, per tutti coloro i quali abbiano a cuore salute e ambiente in Italia – come Movimento Cinque Stelle è uno dei punti centrali del nostro programma ambientale e in tal senso abbiamo anche presentato una proposta di legge – alcuni interrogativi sorgono spontanei.

Innanzitutto mi chiedo perché ricorrere all’utilizzo di droni, quindi appaltare un lavoro ad un’azienda esterna con i relativi costi (quanto? Chi paga?), quando molte delle informazioni che stiamo cercando sono già in mano allo Stato. Le Ats (Agenzia di Tutela della Salute) sono in possesso delle dichiarazioni in merito alla presenza di amianto richieste da Regione Lombardia, mentre Snpa (Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente) è in possesso di mappature dalle quali, applicando appositi filtri, potrebbero essere dedotte le medesime informazioni raccolte dai droni, per ciò che concerne la copertura delle abitazioni. Basterebbe georeferenziare i dati in mano alle Ats e interpolarli con i dati delle mappature del Snpa. Il problema, come spesso accade in Italia, è che questi due enti non hanno ancora trovato il modo, o lo spazio, di dialogare.

Ribadisco l’importanza di notizie come questa, anche solo al fine di stimolare il dibattito attorno ad una questione, la bonifica dell’amianto, che considero centrale. Da qui lo spunto al secondo interrogativo: una volta individuato, quindi bonificato, l’amianto sui tetti, come intendiamo smaltirlo? Rispondere a questa domanda dev’essere il punto di partenza. Altrimenti il rischio è quello di ritrovarci tetti bonificati in città e discariche d’amianto in campagna. Tradotto? Gli sforzi sostenuti non sarebbero tradotti in risultato alcuno e il problema verrebbe solo spostato.

Come Movimento Cinque Stelle siamo disponibili ad incontri di approfondimento con i vari enti, al fine di raggiungere nella maniera più efficiente possibile, un obiettivo così importante come la bonifica dall’amianto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top