Home / NEWS DAL PARLAMENTO / Grazie per il vostro sostegno
Grazie per il vostro sostegno

Grazie per il vostro sostegno

Voglio ringraziarvi, tutti quanti, per i messaggi d’auguri ricevuti in questi giorni. Grazie per il vostro sostegno, grazie per avermi fatto sentire ancor più vicino a tutti noi.

Come ogni compleanno, mi sono fermato un attimo a pensare all’anno appena trascorso. E’ stato intenso e pieno di battaglie. Penso a come è stata affossata la legge sul consumo di suolo, penso alla lotta che continueremo a portare avanti affinché l’acqua continui ad essere considerata un bene comune, penso alle volte che la presidente della Camera Boldrini mi ha, assieme ad altri portavoce, sospeso per aver manifestato a favore del diritto alla casa dei cittadini italiani e contro l’ennesimo regalo di questo governo alle banche.

Guardo al futuro. L’anno prossimo sarà ancora più duro. Gli attacchi del Partito Democratico e della sua propaganda saranno sempre più meschini. Ieri alcuni autorevoli portavoce del premier, dopo aver salvato Berlusconi in Senato, hanno avuto il coraggio di sostenere la tesi che il regalo all’ex premier arrivasse proprio dai nostri voti. Peccato. La verità non potrà mai essere dimostrata, e sapete perché? I senatori del PD avevano precedentemente imposto che il voto fosse segreto. Ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni.

Questo è solo un esempio di ciò che succede tutti i giorni, e fino al nostro ingresso in Parlamento non veniva nemmeno raccontato, all’interno delle Istituzioni che dovrebbero essere al servizio dei cittadini e che invece hanno trasformato in istituti di garanzia per i loro interessi personali. Hanno paura, sentono che il loro tempo sta scadendo. Stanno provando, ovviamente in segreto, a cambiare di nuovo la legge elettorale. Addirittura l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, da sempre favorevole alle riforme, si è espresso per fare in modo che il governo, da lui istituito, corra ai ripari, modificando una legge elettorale scritta da loro, votata da loro, ma che, sempre secondo loro, ora favorirebbe il Movimento Cinque Stelle. Siamo ancora in democrazia? Hanno paura, ma non hanno ancora capito. Non hanno capito che un’idea, una buona idea, una volta che viene condivisa non può più essere fermata. Attaccateci quindi, cambiate le regole per escluderci, non basterà. O meglio, lo avete già fatto e non è bastato.

Quando penso all’anno appena passato, ricordo infatti anche i successi. Penso a Sedriano, il primo comune lombardo governato dal M5S, penso al travolgente successo ottenuto a Roma da Virginia Raggi, al trionfo di Chiara Appendino a Torino, penso a Francesco Sartini, nuovo sindaco di Vimercate e a tutti i comuni tornati in mano ai cittadini.
Questo treno non può essere fermato, finché continueremo a sostenerci l’un l’altro, finché continueremo a condividere le nostre idee a confrontarci e a impegnarci per restituirci il nostro Paese, le nostre idee arriveranno ad un numero sempre maggiore di cittadini. Il motore del cambiamento siamo noi.

Ancora grazie a tutti,

Max

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top