Home / NEWS DAL PARLAMENTO / Il PD realizza i sogni di Silvio e svende i beni degli italiani
Il PD realizza i sogni di Silvio e svende i beni degli italiani

Il PD realizza i sogni di Silvio e svende i beni degli italiani

Da tanto se ne sente parlare, ma in pochi sanno che il governo ha cominciato a svendere i gioielli di famiglia. Al Mipim di Cannes, la fiera internazionale del settore immobiliare, è stato presentato il portale: “Invest in Italy Real estate” (cliccando qui potrete consultare il sito). Al suo interno è possibile trovare una vetrina composta da 207 beni, in maggioranza immobili pubblici, in mostra per gli investitori stranieri.
SvendesiItaliaSi tratta di ville, conventi, castelli e caserme, per un valore stimato dal sottosegretario allo Sviluppo attorno ad 1,6 miliardi di euro. La gestione del progetto è affidata all’agenzia Ice. L’obiettivo dichiarato è quello di aumentare quanto realizzato l’anno scorso, incrementando gli immobili in vendita sul sito fino ad un totale che oscillerà fra i 400-500. La presentazione si è svolta con la prosopopea e lo scintillio tipico dell’era renziana. Fra una slide e l’altra, anche le dichiarazioni entusiastiche del ministro della Difesa Roberta Pinotti.
Assieme all’infinito dispiacere nel vedere Renzi trasformare l’Italia intera nel suo personale Outlet di famiglia, unito al rammarico nel constatare come ormai siamo arrivati al punto di venderci i gioielli, due sono gli aspetti che maggiormente preoccupano, riguardo l’intera faccenda. Il primo riguarda l’enorme disappunto nel notare come in qualsiasi ambito, le linee politiche del PD assomiglino sempre più a quelle del centro destra d’epoca berlusconiana. Nello specifico la continuità con il modello di federalismo demaniale, proposto ai tempi da Bossi e Berlusconi è quasi inquietante. Chi ancora rifiuta di credere al partito unico o è un sognatore che rifiuta di vedere, oppure un portatore d’interessi.
Il secondo punto, quello al quale pretendiamo vengano al più presto date risposte, riguarda le modalità attraverso le quali questa svendita sarà gestita. A quale prezzo sarà possibile fare affari all’Outlet Italia? Come verrà gestito il denaro che entrerà nelle casse dello Stato, in seguito ai saldi immobiliari? Sicuramente i soldi incassati dalle transazioni non serviranno ad abbattere il debito pubblico, né tanto meno paiono destinati alle riforme strutturali delle quali il Paese avrebbe bisogno. La paura è di trovarsi con un altro bonus alla Renzi bello e pronto.
Magari il governo sta pensando di mettere in saldo i beni degli italiani, per finanziarsi un altro spot: inutili incentivi alle aziende per gonfiare, tempo un anno, i dati sull’occupazione? Ottanta euro in busta? Cinquecento euro ai giovani? Come riuscirà il bugiardo cronico a distrarvi da fatto che, una volta venduti, i beni che avete preservato con le vostre tasse per anni, non saranno mai più del popolo italiano?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top