Home / ATTIVITA' PARLAMENTARE / QUESTIONI NAZIONALI / Il Referendum elettorale imposto dalla Lega è un furto di Democrazia
Il Referendum elettorale imposto dalla Lega è un furto di Democrazia

Il Referendum elettorale imposto dalla Lega è un furto di Democrazia

Il quesito referendario va corretto, quanto proposto dalla Lega è un furto di democrazia.  Salvini tiene occupata la Lombardia solo per fare propaganda. Il quesito referendario è scritto male tanto che a causa dell’incapacità della Lega di scrivere leggi precise dobbiamo ritornare in aula. Ricordo, visto che si tende ad avere la memoria corta, che la legge elettorale contro la quale oggi la Lega si batte, a scopo puramente propagandistico, è stata votata meno di un anno e mezzo fa, proprio dalla Lega in Parlamento. L’unico Movimento politico contrario in quell’occasione fu il Movimento Cinque stelle. Oggi la Lega impegna i Consigli Regionali per portare avanti la propria propaganda, attraverso una proposta che non sta in piedi e che ha già ricevuto una prima bocciatura dalla Corte Costituzionale.

Il gruppo M5S ha presentato emendamenti e ordini del giorno per correggere il quesito.

Vogliamo siano introdotti correttivi verso un sistema maggiormente rappresentativo, l’introduzione delle primarie per la scelta dei candidati all’interno dei collegi uninominali e di rendere pubblica, già da oggi, la legge elettorale che risulterà all’eventuale approvazione del referendum. Solo così i cittadini potranno farsi un’idea di che cosa andranno a votare.

Il fascismo ha preso i pieni poteri a seguito del passaggio da una legge proporzionale alla legge Acerbo di tipo maggioritario. Qualcuno non ha studiato la Storia oppure vorrebbe fare il bis e riportarci al ventennio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top