Home / NEWS DAL PARLAMENTO / La produttività dei parlamentari, nel dossier Openpolis
La produttività dei parlamentari, nel dossier Openpolis

La produttività dei parlamentari, nel dossier Openpolis

Un’informazione costante, aggiornata e soprattutto trasparente è lo strumento più forte in mano al cittadino. Solo analizzando i dati, incrociando le fonti in maniera indipendente il giudizio su chi ci rappresenta diventa consapevole.

A tal scolpo un aiuto importante può arrivare dal sito dell’Associazione Openpolis . Il portale analizza il lavoro svolto da ogni singolo rappresentante presente in Parlamento, fornendo annualmente una fotografia piuttosto dettagliata del lavoro svolto dai cittadini portavoce del Movimento Cinque Stelle e dai deputati e senatori degli altri partiti.

indice-produttivita-gruppi-cameraAnche quest’anno il portale ha pubblicato il mini-dossier al riguardo dell’ Indice di produttività parlamentare. Come sempre, sottolinea Openpolis l’intento non è individuare vinti e vincitori, ma fornire strumenti per capire le dinamiche politiche di Camera e Senato.

La metodologia del lavoro è spiegata chiaramente all’inizio del mini-dossier: <<Il lavoro di deputati e senatori viene analizzato in base a criteri di efficacia utili a distinguere la grande quantità di attività che non producono effetti dalle poche iniziative che invece danno risultati. Non si entra mai nel merito delle disposizioni, se sono positive o negative, ma ci si limita ad attribuire un punteggio a ogni passaggio di iter. Dunque più un provvedimento si avvicina a essere completato più sarà alto il punteggio assegnato a chi presenta l’atto (primo firmatario) o ne è il relatore. Altri punti vengono attribuiti con il consenso ottenuto su un provvedimento, attraverso le firme degli altri parlamentari, e, infine, in base alla partecipazione del parlamentare ai lavori. L’indice è uno strumento che ha il vantaggio della sintesi ma non deve essere considerato una misurazione esatta. Serve per analizzare e valutare la complessa realtà parlamentare e non certo per formulare giudizi. Non prende in considerazione aspetti molto importanti a cui un politico dedica tempo ed energie, come la relazione con il territorio, il confronto con gli attori sociali o la vita di partito. Si focalizza sulle attività istituzionali tracciabili e si spera che presto sia possibile includere anche le commissioni e non solo le aule, come richiesto con la campagna ParlamentoCasadiVetro>>.

Sono due gli aspetti di grande importanza legati a questo tipo di lavoro. Il primo riguarda il: “Far emergere le differenze”. Mentre generalizzare produce anti-politica, fare giuste distinzioni è una condizione indispensabile perché i cittadini possano scegliere i propri rappresentanti e valutarne l’operato. Allo stesso tempo, è un’opportunità per i politici di relazionarsi con gli elettori, tessere collegamenti con il territorio e rendicontare la propria attività. Il secondo riguarda l’obiettivo legato all’immagine di Parlamento=Casa di Vetro che l’esistenza di questo tipo di analisi contribuisce ad avvicinare. Anche grazie alle richieste di Openpolis, oggi i siti web di Camera e Senato pubblicano i dati sulle assenze parlamentari, le dichiarazioni patrimoniali di deputati e senatori, i rendiconti dei gruppi e hanno iniziato un percorso di rilascio delle informazioni attraverso gli open data. Tuttavia, come sottolineato dal rapporto stesso, c’è ancora molto lavoro da fare. Infatti la possibilità di accesso diminuisce fino a cessare quasi del tutto con l’avvicinarsi ai centri decisionali. Non è possibile avere notizie di ciò che accade nelle commissioni parlamentari, cuore del processo legislativo. Eppure basterebbe introdurre misure già adottate per le aule – voto elettronico e resoconto integrale – per rendere trasparenti discussioni, votazioni e presenze.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL DOSSIER COMPLETO.

classifica-produttivita-open-policyDi fianco al testo potete vedere due infografiche. La prima riguarda l’indice di produttività dei gruppi parlamentari. Infografica dalla quale si può vedere quali gruppi lavorino sopra, e quali gruppi sotto, la media. L’altra riguarda nello specifico il lavoro che svolgo quotidianamente alla Camera, dove oltre all’indice di produttivià vengono mostrate presenze e assenze.

Per coloro i quali volessero approfondire e magari seguire più da vicino la mia attività, di modo da poterla eventualmente integrare con consigli e suggerimenti, CLICCANDO QUI avranno la possibilità di visualizzare ed eventualmente decidere di seguire, la pagina dedicata al mio lavoro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top