Home / NEWS DAL PARLAMENTO / Lombardia Ristori settore trasporti, De Rosa (M5S): “Oggi impariamo che 600 euro al mese a tutti sono elemosina, mentre 1500 euro all’anno non per tutti, sono un piano maestoso. Complimenti per il risultato”
Lombardia Ristori settore trasporti, De Rosa (M5S): “Oggi impariamo che 600 euro al mese a tutti sono elemosina, mentre 1500 euro all’anno non per tutti, sono un piano maestoso. Complimenti per il risultato”

Lombardia Ristori settore trasporti, De Rosa (M5S): “Oggi impariamo che 600 euro al mese a tutti sono elemosina, mentre 1500 euro all’anno non per tutti, sono un piano maestoso. Complimenti per il risultato”

Fino a ieri i 600 euro al mese garantiti dal governo erano elemosina. Oggi impariamo invece che 1500 euro per un anno, ai pochi che riusciranno ad accaparrarseli, sono un aiuto maestoso.

Sia chiaro ogni aiuto è fondamentale e che è giusto che Regione faccia il suo. Il governo ha fatto e farà tutto il possibile. Però non prendiamoci in giro e soprattutto non prendiamo in giro i cittadini.

Dopo aver ascoltato per mesi la Giunta criticare giorno e notte gli sforzi e gli aiuti garantiti dal governo, ci aspettavamo da parte di Regione Lombardia un piano maestoso di erogazioni a fondo perduto a sostengo delle categorie più colpite da questa crisi. Immaginate il disappunto nel leggere che per taxi, noleggi, trasporto bus e benzinai sono stati stanziati solamente 7,5 milioni di euro. Non solo, la propaganda di regionale ha venduto questa misura sostenendo che attraverso la stessa arriveranno nelle tasche dei lavoratori colpiti 1500 euro a fondo perduto.

Se la matematica non è un’opinione, considerata la platea di 15000 aventi diritto o i soldi non basteranno per tutti, oppure la cifra sarà un terzo di quella promessa.

Le sorprese però non finiscono qua. Sapete in che modo Regione Lombardia erogherà i contributi? Attraverso un click day. Proprio la formula utilizzata dal governo e fino a ieri tanto osteggiata e sbeffeggiata dai consiglieri di maggioranza e dalla Giunta. Anche se il premio del giorno alla coerenza va al presidente del Sistema Impresa Lombarda Berlino Tazza, il quale pubblicamente da un lato contesta il Governo, dall’altro giudica “molto positivamente” il risultato ottenuto da Regione Lombardia. Che dire, complimenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top