Home / Segnalazioni dal territorio / Mitigazione Rho-Monza positivo l’incontro fra Comitato e Ministero
Mitigazione Rho-Monza positivo l’incontro fra Comitato e Ministero

Mitigazione Rho-Monza positivo l’incontro fra Comitato e Ministero

Realizzazione di collinette artificiali, piante al posto di arbusti decorativi, zone umide e boschetti. In sintesi mitigazioni in grado di tutelare maggiormente il territorio dall’impatto ambientale dell’opera, rispetto a quelle finora proposte da Serravalle, titolare del progetto. E’ quanto propone il Comitato Cittadini per l’interramento della Rho-Monza (CCIRM), tornato a chiedere maggiore tutela del territorio, dopo aver visto sfumare l’obiettivo legato proprio all’interramento dell’opera (è stata però realizzata una galleria fonica).
downloadRichieste sostenute e appoggiate dai portavoce del Movimento Cinque Stelle, io e il consigliere comunale Emiliano Abbati abbiamo presenziato all’incontro organizzato lunedì mattina al Centro Leoni, succursale milanese del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Il compito di noi portavoce è quello di mettere in contatto i cittadini con le Istituzioni, al fine possano essere valutate soluzioni migliori per il benessere collettivo. Per questo tenevamo in modo particolare a far sì che il Comitato incontrasse i rappresentanti del ministero. Durante l’incontro, al quale erano presenti anche il deputato del PD Ezio Casati e l’assessore alle Infrastrutture del comune di Paderno Dugnano Andrea Tonello, le ragioni del Comitato sono state esposte dal progettista Selleri.
Il Ministero ha ascoltato le istanze dei cittadini, dicendosi disponibile affinché le stesse siano presentate a Serravalle. Questa strada dovrebbe assicurare sicuramente un ascolto privilegiato da parte dell’azienda, alla quale poi l’ultima parola. Adesso la palla passa al comune di Paderno Dugnano, che farà proprie le istanze dei cittadini tramite delibera. Dopo l’estate le parti in causa si incontreranno nuovamente. C’è ancora lavoro da fare, ma sicuramente abbiamo fatto un primo passo verso la realizzazione delle opere di mitigazione, necessarie per il territorio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top