Home / ATTIVITA' PARLAMENTARE / QUESTIONI LOCALI / Tranvia Milano-Limbiate: “Vi sveliamo il progetto per la riqualifica”
Tranvia Milano-Limbiate: “Vi sveliamo il progetto per la riqualifica”

Tranvia Milano-Limbiate: “Vi sveliamo il progetto per la riqualifica”

Collegare il Nord Milano al centro attraverso un trasporto pubblico moderno e puntuale. Un obiettivo che prende concretezza. Il progetto relativo alla riqualificazione della metrotranvia Milano-Limbiate prende finalmente corpo.

Dopo aver preso visione del documento: “RIQUALIFICAZIONE TRANVIA EXTRAURBANA  MILANO-LIMBIATE” elaborato da MM Spa, azienda che realizzerà l’intervento, sono in grado di riassumervene alcuni passaggi.

Il progetto, che ho personalmente seguito prima alla Camera dei Deputati e poi in Regione Lombardia, si farà. Non solo, sarà realizzato a costo zero per i comuni. Grazie infatti ad un emendamento presentato all’ultima legge di Bilancio, votato all’unanimità da tutte le forze politiche, Regione Lombardia finanzierà l’opera andando a coprire la parte di costi che sarebbe invece stata destinata ai Comuni. Questo significa un risparmio di svariati milioni di euro per i comuni interessati, come ad esempio il comune di Cormano nelle cui casse dovrebbero rimanere all’incirca due milioni di euro.

La riqualificazione della tranvia è il primo step di un processo si sviluppo del trasporto pubblico locale, che vede come suo secondo punto la realizzazione dello studio di fattibilità per il prolungamento della linea tre della metropolitana da Comasina a Paderno Dugnano, passando da Cormano. Studio per il quale Regione Lombardia si è già impegnata a stanziare i fondi, accogliendo così le richieste del Movimento Cinque Stelle.

Tornando alla Milano-Limbiate i primi cantieri potrebbero essere già aperti nel 2020.

Il progetto prevede uno sviluppo complessivo di 11.6 km con 18 fermate, attraverso i Comuni di Milano, Cormano, Paderno Dugnano, Senago, Varedo e Limbiate. La percentuale di linea caratterizzata da una sede tranviaria a doppio binario sarà notevolmente aumentata rispetto alla condizione attuale.

La percentuale di sede a doppio binario nel progetto risulta pari al 54.77%. Le differenze con la situazione attuale sono determinanti per la qualità del servizio. Allo stato attuali infatti il binario risiede completamente a lato strada, interferendo con tutti i passi carrai e gli accessi alle proprietà private e con tutte le intersezioni stradali. Nel nuovo progetto il 50,78% del tracciato sarà previsto a centro strada. In questo modo le interferenze diminuiranno notevolmente.

Non solo, per la quasi totalità della linea tranviaria, la sede risulterà di tipologia riservata, ossia completamente indipendente dalla carreggiata adibita ai veicoli su gomma. Unicamente in corrispondenza del centro abitato di Paderno Dugnano, ossia in corrispondenza della fermata Cassina Amata, la sede tranviaria sarà promiscua.

Nel complesso, quindi, la sede tranviaria avrà un tracciato riservato per il 97.02% della sua lunghezza. La distanza minima fra due fermate lungo la linea sarà a 352.0 metri (Risorgimento – Molino), mentre quella massima sarà pari a 1281 metri (Battiloca – Cassina Amata).

Per quanto riguarda invece la copertura del servizio un buon compromesso di orario potrebbe prevedere un cadenzamento ai 10 minuti. Volendo invece assicurare frequenze più elevate, appare interessante l’ipotesi di un servizio ai 7,5’/15’ con corse barrate a Toscana.

QUADRO ECONOMICO: qui riportati potere vedere i costi dell’opera. È importante sottolineare come, grazie all’intervento di votato all’unanimità dai tutti i gruppi politici i comuni non spenderanno un euro.

Il Nord Milano è attualmente una delle zone più inquinate d’Europa. Il territorio negli anni è stato martoriato da strade e cemento, che però non hanno saputo risolvere le problematiche di un traffico in costante aumento. Adesso è il momento che i cittadini di questa zona dell’hinterland ricevano, in termini di trasporto pubblico, i collegamenti con il centro città che attendono da anni.

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top